“Non è facile per una bambina, una ragazza, una donna dedicarsi alla scienza. Pregiudizi e stereotipi sono ancora lì, nascosti ad ogni angolo, a minare gli sforzi e la determinazione. Perché formule, algoritmi e funzioni sono per molti ancora materia esclusiva dell’uomo. Dal 2015 l’Onu ha quindi deciso di dedicare una giornata l’11 febbraio, proprio a loro: alle ragazze e alle donne nella scienza. A chi ha deciso — ed è riuscita — a costruire una carriera in un ecosistema «maschile» per tradizione. E a chi si impegna nella sensibilizzazione per far sì che anche tra i talenti femminili cresca l’interesse per quei settori che racchiudono la maggior parte dei lavori del futuro.”
Ricordando tutte le scienziate che tra mille ostacoli hanno lavorato e lavorano su progetti fondamentali per la vita.

Lascia un commento